Home
Domande al Dott. Attanasio
Benvenuto/a, Ospite
Prego Accedi o Registrati.    Password dimenticata?
Vai a fine pagina Rispondi al messaggio Preferiti: 0

Discussione:

Senso di schiacciamento
#17421
purbane (Utente)
Messaggi: 6
graphgraph
Utente non in linea Clicca qui per vedere il profilo di questo utente
Senso di schiacciamento 3 Anni fa  
Buongiorno a tutti, mi sono appena iscritto per sottoporre il mio problema con poche speranze di soluzione...Da circa un mese sto brancolando nel buio e la mia situazione, nel contempo, continua a peggiorare. Il 21 ottobre ho fatto un viaggio in aereo. Già all'andata, arrivando nell'appartamento di destinazione, ho avuto subito come la sensazione di trovarmi in un traghetto, non so come spiegare, quella sensazione sussultoria che ti schiaccia al suolo, specialmente quando il mare è un pò più agitato.
Può anche essere utile la descrizione del problema come quando un ascensore parte in salita repentinamente e ti schiaccia al suolo, per poi rilasciarti. Al mio ritorno ho spiegato tutto alla mia neurologa che mi ha prescritto il cinazyn. Dal 24 ottobre al 3 novembre ho preso il cinazyn, ma dopo vedere che non mi faceva niente sono stato visitato dalla neurologa ed ha escluso qualsiasi problema neurologico e mi ha cambiato cura prescrivendomi il Laroxyl e prenotandomi una visita otorinica da un suo collega fidato. Il 14/11 ho fatto la visita che ha dato anch'essa esito negativo (mi ha anche fatto fare svariati movimenti tipo quello di buttarmi giù di lato come descritto in un post sopra). Allora mi ha prenotato un ecocolordoppler al collo che ho fatto il 16/11 e, a parte una piccola asincronia di flusso ritenuta fisiologica e presente nella maggior parte di noi, anch'esso ha dato esito negativo.
Il passo successivo ora è la risonanza magnetica all'encefalo.
Tengo a precisare che da sdraiato sto bene, da seduto anche, tolti i primi momenti che mi siedo dopo alcuni minuti in piedi.
Il problema si manifesta quando sono in piedi e quando cammino.
Ho il controllo nel senso che non cado ma è fastidiosissimo vivere così.
Mi chiedevo se il cinazyn che ho preso non abbia potuto falsare la visita dall'otorino nascondendo una cupolitiasi.
C'e' stato il viaggio aereo da cui è iniziato tutto, almeno credo, prima non avevo questi sintomi anche se durante il viaggio non ho notato nulla di strano se non i soliti otturamenti in fase di decollo e atterraggio. Stanno peggiorando giorno dopo giorno ed ora non so che fare.
Ultimamente sento anche come un cerchio alla testa ma non si tratta di dolore, fortunatamente non ho alcun mal di testa, ma solamente questo forte senso di sbandamento e schiacciamento verso il basso che mi tormenta e non mi permette di vivere normalmente.
In passato ho avuto una neuropatia autoimmune che di per se non è mai guarita ma nel tempo mi sono abituato, ho comunque fascicolazioni diffuse, specialmente agli arti inferiori che sono stati i più colpiti.
A giugno ho riavvertito la solita debolezza e la neurologa mi ha prescritto depakin con il quale sono stato meglio. Prima del viaggio in aereo avevo di nuovo una piccola debolezza (ero ancora sotto il depakin) ma la neurologa mi disse che era normale che ciclicamente avessi dei disturbi.
Dopo il viaggio aereo è iniziato tutto il resto. Il depakin mi aveva aumentato gli eosinofili e pertanto la neurologa lo ha temporaneamente sospeso, anche per l'insorgere di questa nuova patologia. Tutto questo solamente per completezza di informazioni. Mi sto spaventando perchè sembra che peggiori di giorno in giorno, aggravato anche dal problema delle gambe che il senso di schiacciamento certo non aiuta! Ora appena mi alzo in piedi inizia a scatenarsi questo forte senso di schiacciamento, ripeto, non mi gira nulla, sono io che sembro ondeggiare dall'alto verso il basso e sentro come se avessi 200 chili sopra di me che si ripercuotono sino ai talloni!
Vorrei qualche consiglio sul da farsi.
purbane.
 
Loggato Loggato  
  Per scrivere in questo Forum è prima necessario registrarsi come utenti di questo sito.
#17426
Dott. Attanasio (Moderatore)
Moderatore
Messaggi: 1834
graph
Utente non in linea Clicca qui per vedere il profilo di questo utente
Sesso: Maschio Ubicazione: Roma
Senso di schiacciamento 3 Anni fa  
La RM encefalo è una richiesta corretta, ma io aggiungerei anche lo studio dei VEMPs (potenziali evovati vestibolari miogenici) e la TC delle rocche petrose in proiezione obliqua.
 
Loggato Loggato  
  Per scrivere in questo Forum è prima necessario registrarsi come utenti di questo sito.
#17438
purbane (Utente)
Moderatore
Messaggi: 6
graphgraph
Utente non in linea Clicca qui per vedere il profilo di questo utente
Senso di schiacciamento 3 Anni fa  
Buonasera, oggi sono stato in doppia visita, otorinica (presso un altro otorino rispetto a quello che mi ha visitato l'ultima volta) e neurologica.
L'otorino da me interpellato mi ha visto molto più a fondo rispetto al primo, forse perchè aveva un macchinario con il quale è riuscita a vedermi dentro. Mi ha inserito un tubicino dal naso con una luce ed una telecamerina mobile in punta, unto di una sostanza anestetizzante (questo esame ha un nome ma sinceramente non lo ricordo) ed ha potuto esaminare all'interno che ho una otite (deglutengo vedeva che scendeva del muco da sopra), ho il timpano retratto e altre cose (sembrava che fossi in punto di morte). Ha anche visto un nistagmo ma solo quando giravo lo sguardo a sinistra.
Mi ha detto che ho una sinusite etmoido sfenoidale descrivendomi esattamente i sintomi che io con tanta fatica sto cercando di spiegare da un mese a questa parte, raccontandomi di altri pazienti che descrivevano le mie stesse identiche sensazioni. Mi ha dato una cura con punture di Fidato + Bentelan, Torecan per via orale e per salvaguardare lo stomaco omeprazolo.
Mi ha prescritto una tac con mdc massiccio facciale in proiezione assiale e coronale per studio seni paranasali ed una rm con gadolidinio encefalica. Questo perchè dice che la sinusite non è stata una semplice sinusite che può prendere alla maggior parte delle persone ma può dipendere anche da un fattore autoimmune, essendo presente in me un processo autoimmunitario riscontrato con delle analisi eseguite in giugno.
La causa scatenante può essere della natura più varia (vasculite cerebrale autoimmunitaria, tiroidite autoimmune ecc) e va ricercata.
Poi sono stato dalla neurologa che, in prima istanza, ha rinnegato il nistagmo (eppure sono stato visto a 3 ore di distanza l'una dall'altra) dicendo che il movimento che faceva l'occhio guardando a sinistra era solamente un movimento di allineamento e non un nistagmo, che sarebbe dovuto essere sì quel movimento ma continuo. Mi ha comunque detto di fare la cura perchè se trattasi effettivamente di quello che ha detto l'otorino, in una settimana dovrei risolvere. Ha comunque, e per l'ennesima volta, escluso qualsiasi problema neurologico avendomi anch'essa sottoposto ad una visita dalla quale non sono emersi elementi oggettivi attestanti un problema neurologico.
L'otorino mi ha detto di fare la tac come prima cosa, elencando la risonanza solamente come una cosa che serve più a me che a lei ad ulteriore conferma che a livello cerebrale non ho nulla.
Qualcosa di analogo mi è stato ribadito dalla neurologa che non ha riscontrato elementi di gravità tali da farmi ricoverare per una risonanza entro brevissimo termine, avendomi addirittura consigliato di prenotarmi col ssn ed attendere il mio turno...
Questo è il quadro della mia situazione che ho tenuto a rendere noto per condividere la mia esperienza. Ovviamente io farò tanto la tac quanto la risonanza privatamente ed entro il più breve tempo possibile.
Grazie ancora per le risposte.
 
Loggato Loggato  
  Per scrivere in questo Forum è prima necessario registrarsi come utenti di questo sito.
#17452
Dott. Attanasio (Moderatore)
Moderatore
Messaggi: 1834
graph
Utente non in linea Clicca qui per vedere il profilo di questo utente
Sesso: Maschio Ubicazione: Roma
Senso di schiacciamento 2 Anni, 11 Mesi fa  
Aspettiamo gli esami radiologici e si ricordi che lo specialista che la visita ha sempre la precedenza su un consulto online.
 
Loggato Loggato  
  Per scrivere in questo Forum è prima necessario registrarsi come utenti di questo sito.
#17472
purbane (Utente)
Moderatore
Messaggi: 6
graphgraph
Utente non in linea Clicca qui per vedere il profilo di questo utente
Senso di schiacciamento 2 Anni, 11 Mesi fa  
Dopo un pò eccomi quì di nuovo, sono quì ad informare degli sviluppi della situazione.
Dall'ultimo messaggio ho fatto Tac massiccio facciale, Tac al cervello, risonanza magnetica al cervello e rx alla cervicale.
Andiamo con ordine. Le due tac non hanno evidenziato nulla se non nella massiccio facciale dove viene evidenziata una minuscola pseudocisti mucosa a carico della parete laterale del seno mascellare dx di nessun significato patologico, modesta deviazione sinistro convessa del setto nasale e modesta ipertrofia dei turbinati nasali a sinistra con punto di contatto con il setto nasale.
Ancor meno è emerso dalla risonanza magnetica, effettuata anche con tagli specifici nell'area della regione ponto cerebellare, insomma tutto nei limiti della norma.
La radiografia ha evidenziato, nelle proiezioni oblique ed in corrispondenza dei forami c5-c6, piccoli becchi osteofitosicici, maggiormente evidenti da destra, con protrusione nei relativi forami di congiunzione.
Ora è in programma una visita oculistica per verificare se questo disturbo potesse dipendere dalla vista, cosa di cui dubito molto.
La neurologa ha riscontrato, dalle ultime analisi del sangue, un valore ai minimi della norma di acido folico e vitamina b12 che, a suo dire, possono provocare tali disturbi e mi ha prescritto il lederfolin 7,5 mg per 15 gg una compressa al giorno.
Nulla di tutto questo tuttavia sta facendo effetto perchè il disturbo continua a persistere.
In questi giorni, convivendo con il disturbo, ho notato alcune cose come:
Si manifesta solo ed esclusivamente in posizione eretta (seduto o sdraiato non ho problemi).
Se tengo un peso consistente (mia nipote in braccio o le buste della spesa) il disturbo si riduce, forse varrà il detto "peso schiaccia peso";
La mattina, al 90%, quando mi alzo, il disturbo non c'e' ma si presenta nell'arco della giornata qualora svolgessi la vita normale mentre in ufficio, dove trascorro la maggior parte del tempo seduto, il disturbo non si presenta.
Praticamente questo senso di schiacciamento e di ondeggiamento si verifica solo ed esclusivamente nella posizione eretta.
Sinceramente non so più dove andare a parare, ho fatto praticamente di tutto, per questo spero in qualche illuminazione che mi possa indirizzare verso la scoperta della causa di questo fastidiosissimo sintomo.
Oltre al lederfolin sto assumendo torecan (una compressa al giorno) e vertiserc 24 mg (due compresse al giorno) senza ovviamente alcun effetto.
Ritiene ancora che una tac delle rocche petrose e uno studio dei VEMPs siano ancora necessari?
Non trovando nulla non so più dove indagare.
 
Loggato Loggato  
  Per scrivere in questo Forum è prima necessario registrarsi come utenti di questo sito.
#17482
Dott. Attanasio (Moderatore)
Moderatore
Messaggi: 1834
graph
Utente non in linea Clicca qui per vedere il profilo di questo utente
Sesso: Maschio Ubicazione: Roma
Senso di schiacciamento 2 Anni, 11 Mesi fa  
A dire il vero io le avevo consigliato i VEMPs e la TC ad alta risoluzione in proiezione parasagittale (o obbliqua). Bisogna escludere la sindrome di Minor che consiste nella deiscenza (cioè assente copertura della capsula otica) a carico in genere del canale semicircolare superiore.
 
Loggato Loggato  
  Per scrivere in questo Forum è prima necessario registrarsi come utenti di questo sito.
Vai all'inizio pagina Rispondi al messaggio
Powered by FireBoardscarica gli ultimi messaggi sul tuo computer!

Leggi l' avvertenza

I consigli forniti in questo sito devono essere intesi semplicemente come suggerimenti di comportamento. Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base di tali consigli sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Leggi qui per saperne di più.

Domande online

Il Dott. Attanasio risponde a tutte le vostre domande sulle patologie di pertinenza otoneurologica (acufeni, ipoacusia, vertigini). Per partecipare è necessario registrarsi sul nuovo sito acufeni.net